Nuova partizione E: dopo l’aggiornamento del computer a Windows 10

Se anche a voi, come a me, è successo di trovarvi una nuova partizione E: del disco dopo che avete aggiornato il vostro computer a Windows 10 (versione 1803) sappiate che non siete i soli e che per fortuna la soluzione del problema è piuttosto semplice!

Di per se la cosa non sarebbe neanche tanto allarmante, se non fosse per un messaggio piuttosto fastidioso che molto probabilmente sta continuando ad apparire sul vostro monitor con una certa frequenza e che dice: “Spazio su disco insufficiente in Disco locale (E:). Verificare se è possibile liberare spazio nell’unità”.

Spazio su disco insufficiente in Disco locale (E:). Verificare se è possibile liberare spazio nell'unità

Ma prima di tutto, cosa è successo?

La spiegazione consiste nel fatto che Windows 10 normalmente usa una partizione OEM riservata e nascosta dove “appoggiarsi” durante gli aggiornamenti, ma in questo caso (la versione 1803 di Windows 10) questa partizione della grandezza di 498 MB – di cui solo 40 Mb rimangono liberi, e da qui il messaggio sopra riportato – rimane visibile alla fine dell’aggiornamento.

Questa partizione è stata usata da Windows come recovery ma poi non più nascosta! Il problema sta nel fatto che durante l’aggiornamento di Windows 10 è stata associata una lettera (E nella maggio parte di casi) alla partizione e per rimettere a posto le cose la si dovrebbe nascondere è non eliminare!

Quindi, fatto un po’ di luce su questa misteriosa nuova partizione vediamo ora come eliminarla.

Come eliminare la nuova partizione E: che appare dopo l’aggiornamento del computer a Windows 10?

Semplice, basta aprire il prompt dei comandi (come amministratore) e:

  • digitare “mountvol E: /d
  • premere invio e poi riavviare

Il comando “mountvol E: /d” serve a smontare il volume che, essendo di una partizione riservata, non deve essere associato ad alcuna lettera.

Se questo articolo vi è stato di aiuto contribuite condividendolo tramite i link ai social che trovate qui sotto, nella speranza che anche altri con lo stesso problema possano avere la soluzione a portata di mano!

se ti piace questa pagina condividila